Generazione a titolo gratuito

di Rossella Giulia Caci – GA Modena

All’avvocato a cui era stato affidato l’incarico della ormai totalmente fallimentare campagna #fertilityday era garantito uno stipendio annuo di 236000€. Lo scrivo in lettere, duecentotrentaseimila euro. Ora, per cercare di salvare il salvabile, il ministro Lorenzin chiede pubblicamente ad esperti in comunicazione di partecipare alla campagna #fertilityday. Improvvisamente si apre una possibilità per mettere una persona vagamente competente al suo posto? A titolo gratuito, ovviamente.
Eh no, cara ministro. Non se ne può più di questi stages, progetti, e quant’altro. Ma come diavolo pensa che possa figliare un giovane e ormai anche un adulto fatto e finito se devono andare avanti a progetti, titoli gratuiti, visibilità eccetera?

Oppure anche semplicemente andare via dalla casa dei genitori o mangiare. Non mi sembra che i soldi manchino a giudicar gli stipendi nel pubblico e i macchinoni dei privati. Inoltre, questo sfruttamento cinico e spietato dei giovani ha un nome soltanto: schiavitù. Ecco cos’è, schiavitù. Tant’è vero che gli italiani giovani scappano all’estero a lavorare ormai da anni. Come può pensare che si possa voler bene a una generazione che dà 236000 euro all’anno a una persona dalle competenze molto dubbie e capacità alquanto discutibili, se presenti, mentre quella successiva dovrebbe lavorare gratis per mettere una pezza al non-lavoro di quello vecchio strapagato messo lì senza ragione apparente? Come si può rispettare una generazione, dall’alto della sua cattedra e stipendio, che ti dice che fare ricerca è un hobby? Che devi fare esperienza? Ma ci siete o ci fate?

Ma non temete. La vostra mancanza di visione strategica, per non dire l’oggettivo ben di peggio, porterà questo paese finalmente al definitivo, meritatissimo, sacrosanto collasso, quando non ci sarà quasi più nessuno in grado di lavorare per pagarvi stipendi, contributi, servizi ma soprattutto le vostre adoratissime pensioni. Dopo, forse e dico forse, si riuscirà a ricostruire questo paese e a farlo risorgere dalle sue ceneri, come l’araba fenice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...