Una riflessione sui fatti di Ascoli Piceno

Noi, i Giovani delle Acli tutti, siamo vicini agli aclisti e a quanti hanno subito l’attacco di CasaPound ad Ascoli Piceno. I giovani e le giovani delle Acli sanno che il mondo non è di un solo colore, ma di tutti quelli che ogni singolo individuo può contenere, le gocce di un mondo a colori fatto di fratellanza e di accoglienza. Non sostiamo in quel limbo ideologico che si verifica quando non si giudica: l’atto di Ascoli ha un nome, il suo nome è razzismo. La xenofobia danneggia l’organismo politico come una malattia il corpo umano, si deposita sulla pelle quando è nera o altro, vuole solo reazioni violente. Siamo contro ogni atto di razzismo, sappiamo che il mondo è migliore di quello che abbiamo visto ad Ascoli Piceno perché tante sono le storie di integrazione e di immigrazione serena, sorrisi e gesti di affetto che questi ultimi della terra hanno ricevuto con sincerità.

La vastità della storia umana è fatta di migrazioni, di produzioni di culture e la cultura stessa non potrebbe essere ciò che è senza l’apporto congiunto di culture diverse.

Ogni essere umano è una storia e un inizio, una risorsa nell’economia dell’universo, con la sua energia emotiva e intellettiva, con la sua forza che produce lavoro e intreccia relazioni umane. Noi siamo una storia di influenze reciproche nel tempo, di straordinarie sedimentazioni culturali, questo è il mondo come lo conosciamo. CasaPound non è il mondo, il mondo siamo noi.

Giuseppe Marrone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...