SECONDO INCONTRO NAZIONALE “Stranieri in terra aliena. Giovani e la comunità“

Mercoledi 17 e Giovedi 18 ottobre si è conclusa la seconda parte del progetto “Stranieri in terra aliena. Giovani e la comunità“, promosso dalle ACLI Nazionali e dai Giovani delle ACLI, realizzato grazie ai fondi messi a disposizione dall’ Agenzia Nazionale per i Giovani con il bando “Cosa vuoi fare da Giovane? Il tuo futuro parte adesso”. (L’ANG è l’ istituzione governativa che si occupa della gestione in Italia del capitolo Gioventù del programma Europeo Erasmus+).

“Al termine del progetto , Stranieri in terra Aliena. Giovani e la comunità, possiamo ritenerci soddisfatti perché prima di tutto siamo riusciti a dare formazione a più di venti ragazzi in tutta Italia e soprattutto questa formazione ha avuto da subito ricadute sul territorio. ” Afferma Giacomo Carta , Coordinatore Nazionale dei Giovani delle Acli.” Infatti è stato molto bello vedere i giovani che dopo il primo incontro hanno messo a frutto la formazione che hanno ricevuto coinvolgendo altre associazioni e ascoltando i ragazzi che nel loro territorio, in un modo o nell’altro  , vivono qualche forma di disagio giovanile. Nella parte finale siamo riusciti a dar loro degli strumenti ulteriori per mettere a frutto il lavoro di cooprogettazione . Quello che ci auguriamo è che questo sia un punto di partenza  per i giovani, affinché le competenze che hanno acquisito possano essere sfruttate anche per portare avanti delle idee imprenditoriali, e se i ragazzi vorranno portare avanti questo percorso sicuramente potranno fare dei progetti molto interessanti che avranno ricadute sul loro territorio. Questo è il nostro auspicio e soprattutto noi come Giovani delle Acli nazionali siamo a disposizione per continuare a supportare questi ragazzi”.

Dopo la prima sessione laboratoriale tenutasi lo scorso mese presso le Acli a Roma, tra il 6 e il 7 settembre, i giovani partecipanti hanno avuto l’importante compito di riportare e sperimentare presso i loro territori di riferimento il modello di progettazione partecipata appreso durante il primo incontro nazionale. (vedi articolo : https://giovanidelleacli.com/2018/09/12/al-via-il-progetto-realizzato-con-lagenzia-nazionale-per-i-giovani/)

Gli incontri territoriali si sono svolti tra i mesi di settembre e ottobre tramite lo sviluppo di un “tavolo di discussione”, attraverso il quale è stato possibile analizzare i bisogni dei giovani, le loro prospettive future e le opportunità presenti cosi da sviluppare una risposta praticabile al disagio giovanile.

Al  riguardo ,Giovanni Bunoni, vice coordinatore nazionale dei Giovani delle Acli afferma :” Sono molto soddisfatto sull’esito di questi due incontri e sono convinto che gli strumenti condivisi porteranno presto i suoi frutti e saranno generativi. I programmi europei dedicati ai giovani e alla mobilità aspettano solo che menti volenterose comincino a far rete e a mettersi in gioco, ed è con questo stimolo e con questo speranza che si è deciso di puntare molto su questo progetto”.

 

#progetto #percorsodiformazione #competenze #strumenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...